Ryan Murphy

1Dopo le accuse ricevute dalla famiglia Versace su American Crime Story, Ryan Murphy risponde e fa dei chiarimenti sul suo show. Ecco le sue parole.

Finalmente dopo tanti mesi di attesa mercoledì 17 gennaio su FX partirà la seconda stagione di American Crime Story. Il nuovo capitolo della serie antologica ci parlerà dell’assassinio di Gianni Versace, svelandone i retroscena e i dettagli. Nonostante non ci sia ancora stato il debutto della prima puntata, lo show creato da Ryan Murphy sta già facendo discutere. Pochi giorni fa, infatti, la famiglia Versace ha rilasciato un comunicato stampa in cui si dichiarava totalmente estranea alla serie, prendendone le distanze.

La trama della stagione si basa sul libro della giornalista di Vanity Fair Maureen Orth, Vulgar Favors, e i fatti sono quindi stati certificati come veritieri e assolutamente non romanzati. Già il cast, formato da Penelope Cruz, Darren Criss, Ricky Martin e Edgar Ramirez, aveva preso le difese dello show, dopo le accuse ricevute.

Adesso a parlare è Ryan Murphy in persona, che con un comunicato rilasciato a Entertainment Weekly si è rivolto non solo alla famiglia Versace, ma in particolare a Donatella. Ad oggi, la donna, come ha sottolineato il produttore, è tra le stiliste più famose al mondo, e il suo brand è riconosciuto come uno dei migliori in circolazione.

Ma scopriamo cosa ha affermato Murphy

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento!
Please enter your name here