Giovanni Ciacci dà del ‘Teletubbies’ a Cristano Malgioglio su Twitter

giovanni ciacci

Catfighting fra Cristiano Malgioglio e Giovanni Ciacci fra social e interviste. Dopo l’intervista del cantante, arriva la piccata replica dello stylist: “Ti vesti da Teletubbies!”.

Non sono passate nemmeno 24 ore dalla pubblicati delle dichiarazioni di Cristiano Malgioglio in cui si schiera contro alcuni personaggi famosi… che già arrivano le prime repliche. Il paroliere aveva utilizzato parole poco carine nei confronti di Daniele Bossari, Giusy Ferreri, Fabri Fibra, eppure a rispondere in maniera piccata – e in così breve tempo – è stato Giovanni Ciacci via Twitter.

Malgioglio contro Giovanni Ciacci

Sulle pagine di RollingStone.it, Malgioglio aveva dichiarato: “Mi da molto fastidio quando dice che siamo rivali. Ma rivali di che cosa? La mia professione è l’artista, la sua è quella di apparire sui giornali, dicendo di amare contemporaneamente due uomini, di abbandonare due uomini. Poi con il suo cellulare si lascia fotografare con quest’altro ragazzo, dicendo che lo ama. Lui è solo uno che vuole apparire, incuriosire. Io voglio incuriosire il mio pubblico per il lavoro che faccio. Fra noi non c’è rivalità, è come paragonare lo shopping al mercatino delle pulci agli acquisti da Dior. Se deve essere rivalità, la rivalità allora è questa“.

Giovanni Ciacci replica a Malgioglio

In risposta alle dichiarazioni citate nel paragrafo precedente, Giovanni Ciacci replica in maniera piuttosto piccata su Twitter con il seguente messaggio: “Specifico che vestire couture non vuol dire farsi fare gli abiti a Via Paolo Sarpi copiati dai Teletubbies con quattro paillettes false e old style”.

Una stilettata, quella di Ciacci, che più che replicare sui temi raccontati da Malgioglio (l’arte di fare spettacolo) si è focalizzata su un attacco forse troppo gratuito. Ma del resto Giovanni Ciacci non può far altro che parlare di moda visto che molto presto tornerà alla guida delle sue rubriche sul Cambio Look e sul gossip all’interno di Detto Fatto.