Costantino Della Gherardesca: “Pechino Express 2018 edizione difficile”

Pechino Express 2017 | Costantino Della Gherardesc

Costantino Della Gherardesca racconta la nuova edizione di Pechino Express a pochi giorni prima della partenza: “Nemmeno io avrò un posto comodo dove dormire”.

Fra pochi giorni, la carovana di Pechino Express volerà in Africa per registrare la nuova edizione del tanto atteso reality show di Rai Due condotto da Costantino Della Gherardesca. A Tv Sorrisi e Canzoni, il “padrone di casa” ha raccontato qualche dettagli in più su questa nuova settima edizione.

Pechino Express 2018 “sarà molto difficile per i concorrenti”

Costantino mette subito le cose in chiaro: affrontare la selvaggia Africa non sarà un vero e proprio gioco da ragazzi. Sarà una edizione molto difficile per i concorrenti” – spiega il conduttore – “Per via del caldo, delle infrastrutture e delle condizioni che troveranno, soprattutto nella Tanzania rurale. Detto ciò sarà spettacolare in quanto a paesaggi e cultura. Sarà più che mai un’avventura. Andremo da Nord a Sud: partiamo dal Marocco, passiamo dalla Tanzania e finiamo in Sudafrica. L’Africa è dove è nata la razza umana. Una terra unica. Mi piacciono le popolazioni ed è diversa da come viene dipinta dai media. Per questo è importante fare vedere il mondo nei programmi tv e non parlare soltanto dell’Italia”.

#trekking #oman

A post shared by Costantino della Gherardesca (@costantinodellagherardesca) on

Non dovrebbero esserci problemi per l’incolumità dei concorrenti, anche se proprio in Tanzania continuano a proliferare malattie infettive piuttosto gravi: “Pechino Express passerà in una zona in Tanzania dove c’è il rischio malaria, ma i concorrenti faranno profilassi e non correranno rischi. In ogni caso abbiamo un medico che li segue sempre. Saranno al sicuro. C’è un pronto intervento in tutti i van che seguono i concorrenti, più la security che viaggia dietro la carovana”.

Costantino non avrà confort

Se il ruolo del conduttore è generalmente meno problematico di quello dei concorrenti, pare che quest’anno non andrà poi così bene neanche a Costantino Della Gherardesca: “Ci sono luoghi dove non ci saranno strutture. Neanche per me dove dormire comodo! Mi spaventa il disagio perché dovrò svegliarmi prima di loro la mattina e coricarmi per ultimo la sera e mi spaventa dormire poco.È il programma più faticoso da fare. Alcuni autori dopo i colloqui sono scappati e non hanno voluto lavorare con noi. Sembra un viaggio meraviglioso ma è difficilissimo. Partecipare è straordinario per i concorrenti, che comunque sono tutelati“.