“Salari bassi nel sud”

“Salari bassi nel sud”
Stipendio, Northern Restart of Phenomenon (Confindustria):

Aumenta in Stipendio Mirate in termini di produttività in diverse parti del paese, le regioni settentrionali sono contrassegnate come altamente dannose per il sud. Ritorno alle gabbie salariali, differenze salariali nell’area geografica in vigore fino alla fine degli anni ’60, Confindustria Questo sarà uno degli elementi che cambierà in meglio il Paese. Ieri il presidente di Confedestia Carlo Bonomi ha cercato di rilanciare il tema durante la rassegna “Futura 2021” della CGIL, animata dai primi interventi in assoluto a Viole d’Astronomia e dai Contratti Collettivi Nazionali del segretario generale del sindacato Corcio Italia Maricio Landini e diversi altri.

Il fenomeno avverte: danni al PIL se il blocco parziale continua

Scambio

Così la fonomia: «Siamo un Paese bloccato nella produttività da venticinque anni. Il paese non è lo stesso nelle sue caratteristiche di produttività, ci sono differenze tra il nord e il sud. Il risultato? La contrattazione centralizzata, invece di mantenere una piccola differenza finale, influisce effettivamente su molti salari reali. Ho sempre sostenuto che lo scambio non è salario-produttività e salario-beneficio ”. Tuttavia, uno studio che non tiene conto degli svantaggi che devono affrontare i lavoratori del Sud, da un lato, in teoria, beneficia di minori costi della vita, mentre dall’altro soffrono di carenze storiche in sanità pubblica, Tpl, infrastrutture. La vita va bene ei ritardi nell’autoattivazione sono vantaggi in termini di potere d’acquisto – piuttosto – negativi – che compensati. Il leader del settore prende come esempio la Germania, dove la differenza salariale nominale tra Est e Ovest è di oltre 28 punti, mentre in Italia è di 4 punti tra Nord e Sud: “In Germania hanno lasciato molto potere contrattuale. La forte produttività è legata alla produttività regionale, misurata dalla produttività della regione. Consentito in Italia di avere capacità e quindi di mantenere il potenziale economico reale più forte del nostro. Tuttavia, in Italia, i livelli salariali introdotti nel dopoguerra contribuirono a spaccare in due il Paese e furono annullati nel 1969 a causa della forte opposizione dei sindacati, rendendolo impossibile e irrilevante per il piano di ripresa. Ad un certo punto nell’accesso alle risorse europee, almeno le lacune infrastrutturali e di servizio pubblico che classificano ulteriormente il Mezzogiorno e le isole Dovrebbe indicare un’opportunità per ridurre.

READ  Claudio Capio: “Amo la bellezza dei britannici! "- Culture

Sono Liveli

Da parte sua, il segretario della Cgil attende la contrattazione nazionale e ricorda che l’Italia è il Paese con i salari più bassi e l’orario di lavoro più lungo: “Insisto sugli accordi nazionali, non perché siano un’alternativa alla contrattazione aziendale, ma perché siamo tanti nel nostro Paese. Per quelle delle piccole e medie imprese, l’Accordo Nazionale è uno strumento per dare risposte a tutti, per alzare l’asticella della qualità nel senso comune e per unire dodici milioni di lavoratori governativi e privati ​​che lottano per rinnovare i contratti tra quest’anno e il prossimo.È tempo di investire nel lavoro per vincere il Govt-19 beat. Nonostante le distanze, datori di lavoro e sindacati dicono di essere ora pronti per iniziare una consultazione permanente fino a quando il governo non parteciperà al dibattito come mediatore. Vieni la CGIL non è l’unica. L’importante è che non basta chiedere un confronto con il governo e parlarsi due volte ”, ha spiegato il leader della Cgil. Questo è il momento per confindustria di affrontare. Il capogruppo del sindacato non si tira indietro: abbiamo anche una grande responsabilità come Confindustria e CGIL che è la parte più importante del fronte sindacale. Dobbiamo sederci attorno a un tavolo oltre le differenze per trovare soluzioni per il paese. Ma il governo deve essere l’arbitro perché non funzionerà se la banca viene cambiata tra le due squadre come è stato in passato.



© Revisionato

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration