Nokia 3.4 e Xiaomi Poco M3: due smartphone consigliati da 150 euro

Nokia 3.4 e Xiaomi Poco M3: due smartphone consigliati da 150 euro

Il Nokia 3.4 e lo Xiaomi Poko M3 dimostrano che gli smartphone possono essere compagni di tutti i giorni per 150 euro. Un dispositivo entry-level può ottenere punteggi con l’hardware più potente, mentre l’altro è convincente con il suo software. Entrambi sono testardi.

Ntv.de ha dovuto verificare se il dispositivo era stato assemblato correttamente durante il test degli smartphone da 150 euro. Il display, il processore o la fotocamera erano i migliori accettabili ei produttori spesso utilizzavano i componenti rimanenti dei prodotti precedenti. Ma le cose sono cambiate, per 150 euro ora puoi avere più smartphone che ragazzi utili di tutti i giorni. La migliore prova di ciò è il Nokia 3.4 e lo Xiaomi Poko M3.

Nokia 3.4

Il produttore finlandese HMT lo utilizza da sempre Nokia-Return 2017 Ottimo rapporto qualità-prezzo su smartphone e collaborazione con Google. Nokia 3.4 è l’ultimo di questa strategia aziendale.

La prima impressione di uno smartphone dual SIM è molto buona. In questa fascia di prezzo viene utilizzata principalmente la plastica, ma presenta più vantaggi di un inconveniente. A causa del retro in plastica ondulata, il dispositivo è molto più semplice e meno sensibile degli smartphone con cover in vetro lucido. La lavorazione è di alta qualità e non si ha la sensazione di avere in mano un cellulare economico. Tuttavia, il dispositivo non è impermeabile; Questa funzione è attualmente riservata agli smartphone più costosi.

Il Nokia 3.4 dal prezzo più basso ha un display da 6,4 pollici. L’LCD ha solo una risoluzione HD +, sufficiente per una densità di pixel di circa 270 ppi. La nitidezza è ancora sufficiente, altrimenti lo schermo è completamente a posto.

A parte la diversa risoluzione, la qualità degli scatti è molto simile.

(Foto: kwe)

Non dovresti aspettarti molto dal chip Qualcomm Snapdragon 460, che può accedere fino a 3 gigabyte (GB) di RAM in termini di prestazioni. Il sensore di impronte digitali sul retro impiega un po ‘di tempo per aprire il display e le app si avviano con un leggero ritardo. Ma è ancora verde e non sarai molto lento a meno che non sovraccarichi il dispositivo con giochi complessi o un ampio multitasking.

READ  Per tutti gli esseri umani, seconda stagione a febbraio su Apple TV +

Il vantaggio è che l’hardware moderato non ha molta potenza. Con una batteria da 4000 mAh, il Nokia 3.4 durerà fino a due giorni con un utilizzo normale. È meglio ricaricare la batteria durante la notte poiché la velocità di ricarica non è eccezionale.

Garanzie rinnovate

La memoria flash espandibile con schede microSD è di 64 GB, il che è abbastanza sufficiente perché il sistema operativo ne utilizza solo 15 GB. Il dispositivo di prova ha un totale di 172 applicazioni installate, ma ha ancora 36 GB di spazio di archiviazione per 64 meno foto e video. Perché Nokia 3.4 è uno dei pochi dispositivi Android One. La versione Google pura del sistema operativo viene installata sul dispositivo senza l’interfaccia utente del produttore.

Nokia Knight.  Jpg

Le viste notturne di Nokia 3.4 non sono così eccezionali.

(Foto: kwe)

Da un lato, si riferisce a un software chiaro e ben strutturato che funziona sempre senza problemi nonostante l’hardware normale. D’altra parte, il programma Android One garantisce due importanti aggiornamenti al sistema operativo e tre anni di aggiornamenti di sicurezza. Android 10 è ancora installato sul dispositivo; Secondo il calendario HMT, l’aggiornamento per la versione 11 arriverà nel primo trimestre del 2021.

Attrezzatura fotografica accettabile

La tripla fotocamera sul retro non è affatto male per uno smartphone da 150 euro. Dopotutto, la fotocamera principale da 13 megapixel (MP) scatta bellissime foto con un buon contrasto e colore con una luce adeguata. Una fotocamera ultragrandangolare è utile anche quando il sole splende. Tuttavia, a 5 MP, fornisce alcuni dettagli e le sue immagini sono sfocate sulle pagine.

Entrambe le foto non vanno esattamente bene con poca luce. La fotocamera principale è ancora eccezionale al tramonto e ha una modalità notturna tollerabile. La profondità extra porta un po ‘il sensore, rendendo il bokeh artificiale nei ritratti molto artificiale.

Xiaomi Poko M3

Dall’autunno 2019 in poi Spinge in modo aggressivo Siomi in Germania e ha dovuto lasciare le Hawaii dopo che se ne era andato Boicottaggio degli Stati Uniti Google è stato spinto a una riserva vitale senza servizi. Il nuovo arrivato cinese lotta con prezzi calcolati in modo quasi spietato. Questo vale anche per il Poco M3, che offre un hardware molto potente per 150 euro.

READ  Roy Cinema Torino presenta il primo libro bianco sulla tecnologia della realtà virtuale

Inizia con un display da 6,5 ​​pollici. Questo è un pannello LCD e non LED. Ma la risoluzione dello schermo è Full HD +, il che significa che la sua densità di pixel è inferiore a 400 ppi. I colori e i contrasti sono piacevoli e il display è molto luminoso.

Smartphone da 150 Euro testati-3

Entrambi i dispositivi sono durevoli, ma il Poco M3 ha una batteria più spessa.

(Foto: kwe)

In termini di design, Siomi mostra fiducia. Perché sul retro dell’ampia cornice di vetro della fotocamera, a caratteri molto grandi, c’è scritto “Pogo”. Non è esattamente lussuoso, ma decisamente accattivante.

Oltre a questa superficie in vetro, l’alloggiamento del Poco M3 è realizzato interamente in plastica. Ma come il Nokia 3.4, le prestazioni sono molto buone. Lo smartphone cinese da 150 euro è anche sicuro per le mani perché il retro ha una struttura simile alla pelle. Sebbene sia già forte, Xiaomi include anche una custodia in silicone.

Grasso costantemente

Con circa 200 grammi, il Poco M3 pesa 20 grammi in più rispetto al dispositivo entry-level di Nokia ed è un po ‘succoso. Ma c’è un’ottima ragione per questo: la batteria ha una capacità di 6000 mAh. Quindi lo smartphone può essere facilmente ottenuto in più di due giorni. Se la batteria non è precaricata, può essere ricaricata rapidamente con l’alimentatore da 25,5 watt incluso.

Xiaomi fa un tuffo con il processore e gestisce il Pogo M3 con Snapdragon 662, che è il chip intermedio più basso su tutti. Il dispositivo di prova è dotato di 4 GB di RAM e 128 GB di memoria flash. È una buona scelta, ma poi il Pogo M3 costa meno di 170 euro invece di 150. La versione standard offre 64 e 3 GB. Come il Nokia 3.4, la memoria può essere espansa con schede microSD e lo slot può ospitare due schede SIM.

Poko M3nach.zepg

A parte le zone scure, le scene notturne di Poko M3 sono molto belle.

(Foto: kwe)

A meno che non siano in esecuzione più applicazioni contemporaneamente, la differenza di memoria non influirà sulla velocità. Si potrebbe dire che lo smartphone Xiaomi è migliore del Nokia 3.4. Le applicazioni si avviano rapidamente e il sensore di impronte digitali sul pulsante di accensione apre immediatamente il dispositivo.

READ  Il Pixel 5 si vende a piacimento, ma a quanto pare non in Italia

Bella fotocamera principale

Non ti mancherà il teleobiettivo o la fotocamera ultra grandangolare con il Poco M3. Il retro del dispositivo ha tre obiettivi, ma la fotocamera macro da 2 MP e il sensore di profondità possono essere tranquillamente trascurati. È adatta solo la fotocamera principale, che è 48 MP. Fornisce foto dettagliate durante le ore diurne e fornisce un bellissimo zoom digitale utilizzabile. Se è buio, anche la fotocamera Xiaomi si indebolirà, ma se la caverà meglio in condizioni di scarsa illuminazione. Il loro schema notturno non è male, ma non è una festa per gli occhi.

Come il Nokia 3.4, lo Xiaomi Poco M3 sarà disponibile con Android 10, ma in futuro riceverà anche un aggiornamento all’ultima versione del sistema operativo. Android 12 è possibile perché Xiaomi è uno dei produttori con una buona politica di aggiornamento. Tuttavia, questo non è garantito e non è nemmeno possibile in questa fascia di prezzo.

Invece del puro Android, M3 utilizza l’interfaccia utente MIUI 12 di Xiaomi. Il loro design è gustoso, ma il tweak delle impostazioni peggiora le cose se usi Google Android non adulterato. La MIUI 12 non è sovraccarica, tuttavia, con un totale di 186 applicazioni, 128 delle 97 applicazioni sono ancora disponibili sul dispositivo di prova.

Eccellente hardware contro la garanzia di aggiornamento

Sia il Nokia 3.4 che il Poco M3 sono buoni smartphone a prezzi bassi. Entrambi i dispositivi sono attualmente disponibili per circa யூ 150, con la vendita ufficiale dell’M3 a partire dal 17 dicembre. Nokia 3.4 è già in vendita. Il miglior hardware è chiaramente fornito dal dispositivo Xiaomi. L’opposizione finlandese dispone di semplici aggiornamenti software e di garanzia contro di essa.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration