Matteo Subby: Chiesa, Tecnologia, Uomo

Matteo Subby: Chiesa, Tecnologia, Uomo

“Se l’uomo non vuole ribaltare contro se stesso le regole dell’intelligenza artificiale deve scrivere”: Cardinale Matteo Chuppy, Arcivescovo di Bologna, parla del rapporto tra la Chiesa e le innovazioni tecnologiche che stanno cambiando il mondo.

Cardinale Giove, per prima cosa le chiederò quale momento storico sia questo per la Chiesa cattolica.

C’è una domanda fondamentale tra la Chiesa e il mondo. La Chiesa non deve solo vivere in una dimensione spirituale, ma portare la spiritualità nella storia. Dal Concilio Vaticano II, direi che la storia non è più un incidente in cui è necessario portare la verità. La storia è un elemento dialettico a confronto. Abbiamo molto da scoprire nella storia Verbi di semina, Consiglio ho chiamato Sintomi del periodo: Segni da leggere in questa conversazione, incluso il motivo per cui si può vivere e proclamare il Vangelo. Comprendiamo la storia come “oratore”: difficoltà o possibilità, esigenze, domande degli uomini, che ci permettono di scoprire i segni di quel periodo immensamente simpatico e offrono una straordinaria opportunità per la Chiesa. Lasciate che vi faccia un esempio del segno più chiaro dei tempi: l’epidemia.

Qui, in questo posto

L’epidemia solleva una questione spirituale per la Chiesa. Cosa dice la chiesa agli uomini? In qualche modo, l’enciclopedia Tutti fratelli Una domanda. Anche se il Papa ha iniziato a scrivere questo prima dell’epidemia, cade inevitabilmente nella realtà in cui viviamo. Ecco, è la Chiesa.

In che mondo siamo?

Era un momento di grandi cambiamenti in cui i pilastri emersi dalla tragedia della seconda guerra mondiale venivano messi in discussione o spesso superati. La chiesa stessa sta vivendo un grande cambiamento al suo interno. Papa Francesco ha l’immenso vantaggio di iniziare una conversazione su tutte le questioni, senza nulla da riconsiderare o anche da capire nel riaffermare la solita verità.

La questione tradizionale della verità è centrale

READ  Tablet Alcatel 1D10 2021, specifiche tecniche e prezzi

Il metodo del papa, come alcuni pensano, non è mettere in discussione la verità, ma è un vero metodo che può essere una vera tradizione. La tradizione è spendere il talento, la verità che ci è stata affidata. La vera tradizione è in continua evoluzione e non è mai passiva. C’è chi mette in dubbio la verità e teme che diventi una “caricatura” perché parla di un fatto che non è mai esistito.

C’è un tema della chiesa nella vita

Papa Francesco continua nelle scelte dei suoi predecessori e trova soluzioni a vari problemi perché ci deve essere una grande distanza tra la Chiesa e la vita delle persone. Fare questo non significa seguire una mentalità comune. Ricordo due tipi: gnosticismo e belga, quindi La buona notizia della felicità, La visione di papa Francesco è stata successivamente riaffermata Tutti fratelli Due interessanti approcci – i rischi – si evidenziano quando si trova la sua formalizzazione nelle grandi questioni risolte in questo pontificato di sette anni. Da un lato c’è il rischio di ridursi a filosofia ecclesiastica, salotto, “pasticceria spirituale” o ideale comune. Dall’altra c’è il belga, il protagonista individuale e la convinzione di risolvere i problemi senza il potere della grazia. Spero che questi due pericoli, come ha sottolineato Papa Francesco con grande persuasione, illuminino tutti coloro che hanno paura, e permettano invece a molti di avvicinarsi alla visione della Chiesa. È da notare come abbiamo riaperto la conversazione con molti: senza dialogo, senza relazione, non c’è annuncio del Vangelo. Se è chiuso, la Chiesa si ammala.

Veniamo all’ultima domanda: l’importanza del fattore tecnico

READ  Tecnologia: Google potrebbe rilasciare inaspettatamente il fantastico telefono Android

La tecnologia è una grande sfida. Ricordo solo alcune importanti conferenze organizzate dalla Pontificia Accademia per la Vita sull’Intelligenza Artificiale. Sono molto importanti perché l’intelligenza artificiale senza etica è terribile. I creatori dell’intelligenza artificiale pensano che ci debbano essere regole per evitare che diventi disumana. L’intelligenza artificiale è qualcosa che appartiene alla nostra realtà, non al futuro; Insieme ai suoi meccanismi, gestisce le nostre comunicazioni. La Chiesa non può non affrontare questo fenomeno: forse siamo ancora all’inizio, ma mi interessa cosa possa fare contro l’uomo questa alleanza con i creatori dell’intelligenza artificiale.

[NdR – Intervista pubblicata in collaborazione con The Science of Where Magazine]

© Future Europe® Le immagini utilizzate sono tratte da Internet e valutate di pubblico dominio: scrivi alla redazione per segnalare eventuali abusi

Stampabile, PDF ed e-mail

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration