La corrida non sarà patrimonio dell’umanità: l’UNESCO rifiuta la candidatura per “vizio formale”

La corrida non sarà patrimonio dell’umanità: l’UNESCO rifiuta la candidatura per “vizio formale”

La corrida non sarà un patrimonio dell’umanità. L’UNESCO ha ritirato la sua candidatura dalla lista del 2021 del fantastico patrimonio culturale dell’umanità. Ma, almeno per ora, non ci sono ragioni animaliste alla base di questa decisione, ma una sorta di “difetto di forma”.

Il 17 giugno e il 6 agosto l’Associazione Intergovernativa de la Dauromacia (AED) ha inviato all’UNESCO una richiesta di intervento. Anche per un dipartimento, sensibile ai diversi diritti degli animali, già in ottima salute, sono stati necessari contributi pubblici per mantenerlo.

La questione è stata discussa dal Comitato per il patrimonio culturale intrinseco dell’organizzazione e la proposta è stata respinta con una semplice lettera indirizzata al Direttore generale Audrey Azole, senza documenti ragionevoli a sostegno della richiesta, e inviata da un’organizzazione privata senza l’approvazione di nessuno Stato.

Pertanto, essere ammessi a essere un candidato per il patrimonio culturale dalla suddetta squadra di corrida non è una negazione, ma piuttosto una negazione di una richiesta adeguatamente progettata senza i requisiti necessari.

Quindi questa non è una vittoria per i diritti degli animali perché in passato l’UNESCO è già stata criticata per aver dichiarato i vettori (eventi equestri) in Messico come un patrimonio culturale astratto dell’umanità.

La Tordura si è subito opposta alla richiesta di AIT da parte di alcune associazioni riunite sulla piattaforma No S Cultural (Leptinek), e successivamente da una campagna sociale 985 organizzazioni contrarie alla corrida e l’hashtag #NoTauromaquiaEnUnesco è diventato di moda in Spagna, Portogallo, Colombia e Colombia.

“Le Nazioni Unite, la Commissione sui diritti dell’infanzia, sollecita la protezione dei bambini dalla violenza di un evento come la corrida. Il Ten. Gen. Marta Esteban ha affermato che in questi tempi difficili in cui viviamo, è necessario preservare le espressioni culturali che promuovono la vita, non la morte, e facilitare l’armonizzazione della società, non il conflitto tra cittadini sulla discussione della corrida.

READ  Natale 2021 | Messaggio di Papa Francesco LIVE: Segui la Messa del Gallo nella Basilica di San Pietro | NNDC | Il mondo

Segui LaZampa.it Facebook (clicca qui), Twitter (clicca qui) e Instagram (clicca qui)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration