La buia tempesta su Nettuno cambiò improvvisamente direzione. Gli scienziati non sanno perché

La buia tempesta su Nettuno cambiò improvvisamente direzione.  Gli scienziati non sanno perché

Guarda il video
Le scoperte spaziali più interessanti degli ultimi anni

Le tempeste maggiori sono comuni nelle atmosfere gassose dei giganti solari. Tuttavia, a differenza del terreno, sono molto stabili. Basti pensare che la grande macchia rossa di Giove è un anticiclone che soffia da oltre 350 anni.

La buia tempesta su Nettuno cambiò improvvisamente direzione

Nel 2018, gli scienziati che hanno utilizzato il telescopio spaziale Hubble hanno scoperto una nuova grande tempesta oscura nell’atmosfera di Nettuno. Secondo la NASA, Il fenomeno ha un diametro di circa 7400 km e copre un’area leggermente più ampia dell’Oceano Atlantico. Tuttavia, le osservazioni hanno suggerito che la tempesta si stesse lentamente spostando verso l’equatore, dove si sarebbe indebolita e alla fine sarebbe scomparsa completamente.

Tuttavia, nuove osservazioni dall’agosto 2021 mostrano che la tempesta non solo è durata, ma ha improvvisamente cambiato direzione. Adesso si sta muovendo verso nord. Inoltre, i dati di gennaio 2021 sembravano essere vicini a un altro anticiclone maggiore, leggermente più piccolo.

Nettuno due buie tempeste viste dal telescopio spaziale Hubble fot. NASA, ESA, SDSCI, M.H. Wong (Università della California, Berkeley) oraz LA Sromovsky i PM Fry (Università del Wisconsin-Madison)

Gli scienziati sono sorpresi. Sebbene abbiano osservato eventi simili nei giganti gassosi con il telescopio Hubble per 30 anni, non hanno mai visto un comportamento così “irrequieto” di grandi tempeste. Come spiegano, nel caso di Nettuno, le tempeste nell’emisfero settentrionale ruotano in senso orario e dopo circa due anni si spostano verso l’equatore, dove lentamente scompaiono.

I ricercatori ritengono che l’improvviso cambiamento nella direzione della nuova tempesta possa essere correlato alla formazione di un secondo (più piccolo) in un momento simile, che i ricercatori hanno chiamato “macchia scura junior”. Il sito ha un diametro inferiore a 6.300 km – secondo gli scienziati – ed è probabile che si stacchi dall’anticiclone più grande. Tuttavia, i ricercatori non sono stati in grado di confermarlo e la conservazione di entrambi i siti rimane un mistero.

READ  Il nostro parente animale più distante è una spugna o una gelatina di pettine? Il nostro studio fornisce una risposta

Questa è la quarta volta dal 1993 che Nettuno viene scoperto dal telescopio spaziale Hubble. In precedenza, altre due tempeste sono state osservate dalla Voyager 2 nel 1989 quando è passata sul pianeta più lontano del sistema solare.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration