“Ipotesi non in tabella, guardiamo la curva”

“Ipotesi non in tabella, guardiamo la curva”
Blocco nazionale il 15 novembre?  BT:

Una settimana dopo DBCM Questo ha diviso l’Italia in 3 zone, con il 15 novembre come nuova data per determinare una serratura comune. Il Courier della sera. C’è razionalità sulla necessità di misure drastiche come la chiusura dei ristoranti a pranzo il sabato e la domenica e la sospensione di alcune attività commerciali, che hanno esenzioni nelle zone rosse. Il tema è ora deprecato Da varie fonti del governo democratico. “Attualmente non esiste una tale ipotesi”, assicura un importante ministro. Un altro ministro spiega di aspettarsi le conseguenze delle recenti misure della curva di contagio, e alla luce dei primi segnali positivi di caduta dell’indice RT. Tuttavia, secondo fonti del governo DEM, l’ultimo sistema DPCM adottato una settimana fa fornisce già l’automazione che attiva le zone rosse regionali, con controlli di blocco, man mano che l’infezione progredisce.

Di infezione Govt In Italia raggiunge un numero sempre più preoccupante. Da oggi potrebbe esserci un aumento delle zone arancioni, e si parla di un aumento delle zone rosse. Il film ha chiesto per giorni alla comunità scientifica, quindi il governo sta iniziando a considerare il concetto di blocco nazionale.

Assemblaggio senza maschera e molti altri, priorità del Ministero dell’Interno: “Intervenire più severamente”

Il blocco sarà una misura temporanea a Natale. Zamba: “Niente parenti o amici, chiama parenti stretti”

Cosa può cambiare

Nonostante la ripetuta insistenza del premier Conte di voler evitare una chiusura generale, la situazione epidemica comincia a pesare pesantemente sul sistema sanitario di tutta la regione. La chiusura totale è stata respinta con dpcm il 3 novembre, ma ora tornerà ad essere un argomento nella tabella di maggioranza. Il Presidente del Consiglio vorrebbe attendere ancora qualche giorno per capire se le attuali misure normative stiano dando risultati, ma la decisione finale potrà essere presa dopo il 15, prima della data di scadenza del DBCM in vigore il 3 dicembre.

READ  Le maschere sono state rese obbligatorie a Roma poiché l'Italia ha combattuto più di 5.000 nuovi casi

«Se la curva epidemiologica non cambia corso in cinque giorni – legge Courier – l’ipotesi più probabile è quella di portare tutte le regioni nella “zona rossa”. In questo caso è necessario rivedere l’elenco dei negozi aperti durante la giornata. Per fare ciò, sarà necessario un nuovo TPCM, che, se ci sarà un’accelerazione politica, potrebbe essere discusso con le regioni e il CDS il prossimo fine settimana.».

Ultimo aggiornamento: 16:12


© Revisionato

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration