Intensificazione dei controlli in RSA e case di cura

Intensificazione dei controlli in RSA e case di cura
1 ‘lettura
20/11/2020 – “Anche in questa seconda ondata di epidemie, le case di cura e le case di cura continuano a essere uno dei focolai più allarmanti di epidemie.

Le persone anziane ospiti e quelle che si trovano in una condizione particolarmente vulnerabile sono ad alto rischio non solo a causa della loro età ma anche a causa di patologie pregresse.
Quindi le misure prese dal governo per controllare l’epidemia in queste strutture sono buone, ma apertamente dovrebbero essere curate ”.

Lo afferma Guido Selachi, presidente dell’ANAP Confartigianato (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati), in risposta alle segnalazioni di studi della Nasa su richiesta del ministro della Salute, che hanno riscontrato 37 abusi in 232 strutture. .

“Mentre ci sono responsabilità amministrative per strutture così importanti, è impensabile che ci sia chi non si è ancora reso conto del rischio affrontato dagli anziani e non ha preso tutte le misure necessarie per proteggerli. Sarà distribuito anche agli anziani. In attesa, è auspicabile che il Ministro della Salute intensifichi i controlli tramite NAS “.

READ  Sci di fondo | OPA Cup: In Italia i francesi sono avanti | Nordic Mac | N ° 1 nello sci nordico - Nordic Mac

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration