Effetti Corona: il datore di lavoro di Visa continua a fare affidamento sulle criptovalute | notizia

Effetti Corona: il datore di lavoro di Visa continua a fare affidamento sulle criptovalute |  notizia

Il datore di lavoro del visto vede il potenziale delle criptovalute
L’epidemia della corona sta accelerando la tendenza verso i pagamenti senza contanti
Molte collaborazioni

I pagamenti con carta hanno sostituito sempre più denaro negli ultimi anni. La paura associata all’infezione della corona e ai germi ha accelerato significativamente questo processo.

Anche le criptovalute hanno recentemente beneficiato di questa tendenza. Ciò è evidente dal fatto che la valuta Internet più popolare al mondo, Bitcoin, ha recentemente raggiunto un nuovo massimo storico.

Vuoi investire in criptovalute? Le nostre guide spiegano come farlo in 15 minuti:

Acquista Bitcoin, Per comprare ondulazione, Acquista IOTA, Acquista Litcoin, Acquista Ethereum, Acquista Monero.

Visa è associato alle criptovalute

In questo contesto, non sorprende che la società di carte di credito Visa si occupi attivamente anche di criptovalute. Come ha rivelato il CEO Alfred Kelly in un’intervista con l’emittente statunitense CNBC a novembre, ritiene che la sua importanza per il business Visa aumenterà nei prossimi anni perché “la crittografia è una componente in crescita dei pagamenti globali” e quindi il presidente della società.

Tuttavia, Visa non è interessata alle criptovalute come investimento, ma perché sono un mezzo di pagamento. Ecco perché il focus del visto è principalmente sulle cosiddette monete di base, le monete digitali, il cui valore è solitamente legato alle monete Fiat.

L’interesse di Visa per le valute digitali è diventato chiaro nel giugno 2019 quando Facebook ha presentato il suo progetto StapleCoin Time (ex Libra) e Visa faceva parte di un’alleanza di 28 società che supportano Libra. Tuttavia, il piano è stato pesantemente criticato da molti governi e autorità di regolamentazione, che si sono espressi contro la protezione dei dati, il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. Alla fine, la pressione è cresciuta così tanto che alcuni partner, inclusa Visa, se ne sono andati alla fine del 2019. Recentemente, la valuta digitale di Facebook è stata ribattezzata “Time” nel tentativo di ricominciare da capo.

READ  La storia del piccolo Simon, il diabetico di Sasari, è ora grazie alla tecnologia

Nuove collaborazioni e acquisizioni

Ma Visa ha fatto affidamento sulla tecnologia e ha stretto nuove partnership con criptovalute per facilitare i pagamenti giornalieri.

È stato solo all’inizio di dicembre 2021 che è stato annunciato che Visa stava collaborando con Ethereum Startup Circle, la società dietro la seconda moneta di base in dollari USA “USDC” in termini di capitalizzazione di mercato. Insieme ne vogliono uno carta di credito Un problema che le aziende possono utilizzare per effettuare pagamenti USDC. Oltre al circolo, Visa sta attualmente collaborando con altri 25 fornitori di portafogli come parte del suo programma di crittografia.

Potrebbe interessarti anche: New Now – Bitcoin & Co. tramite l’applicazione FinanceSense.net. O agli esperti tramite lo Stuttgart Digital Exchange

In questo contesto, vale anche la pena notare che Visa attualmente mira ad acquisire Fintech Startup Plate, che fornisce software per l’integrazione di applicazioni di pagamento digitale. Plate non è un processore di pagamento, ma una rete di dati che fornisce collegamenti tra più di 11.000 banche e società di servizi finanziari e oltre 200 milioni di account di consumatori. Tuttavia, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sta ora portando avanti una mozione di sfiducia contro l’accordo da 5,3 miliardi di dollari.

Comitato editoriale di Financialzen.net

Fonti di immagine: Valerie Potapova / Shutterstock.com

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration