Donald Trump resetta i suoi consiglieri mentre si avvicina alla partenza

Donald Trump resetta i suoi consiglieri mentre si avvicina alla partenza

Donald Trump organizza i suoi affari prima di lasciare la Casa Bianca.
AFP

Martedì Donald Trump ha nominato molti dei suoi più stretti consiglieri nel consiglio di amministrazione delle società per azioni, segno che è ben preparato a dimettersi nonostante si rifiuti ostinatamente di ammettere il suo fallimento.

Il presidente uscente consegnerà le chiavi della Casa Bianca al suo successore, Joe Biden, il 20 gennaio, in particolare al suo ex ambasciatore in Germania, Richard Grenell, uno dei suoi più accaniti difensori nei media, nel consiglio di amministrazione dell’Olocausto a Washington.

La sua più vicina consigliera, Hope Hicks, che ha lavorato per l’organizzazione Trump prima di unirsi alla prima campagna presidenziale del milionario di New York nel 2015, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Fulbright Foreign Aid quando avrà 26 anni. , Prezioso programma di borse di studio per studenti stranieri negli Stati Uniti e studenti americani all’estero.

Secondo Stephanie Grisham, l’ex portavoce più brillante della Casa Bianca, si unisce al Consiglio nazionale per le scienze dell’educazione, un organo consultivo.

Più di 40 suggerimenti

In un comunicato stampa che annuncia più di 40 nomination che includeranno altre simili nelle ultime settimane, Donald Trump ha inserito Pam Pandey nel consiglio di amministrazione del prestigioso John F. Kennedy Art Center di Washington. L’ex procuratore generale della Florida faceva parte del comitato legale nominato per difendere il presidente durante il processo di impeachment, e recentemente si è unito a Joe Biden nella sua battaglia legale contro le elezioni.

Nonostante tutte le sue soluzioni legali falliscano e i risultati in ogni stato siano certificati e verificati dagli elettori, il leader repubblicano uscente continua a sostenere senza uno straccio di prova di aver vinto il ballottaggio di novembre. . Le speculazioni abbondano sui suoi passi – per invalidare il verdetto delle urne – che quasi tutte le udienze hanno fallito -.

READ  Kamala Harris assume una donna lesbica nera per guidare il suo staff. L'era LGBT inizia alla Casa Bianca

Non si sa in questo momento cosa farà dopo aver lasciato l’incarico, ma lascerà la Casa Bianca alla fine del suo mandato.

Trump si scusa con coloro che sono coinvolti nella vicenda russa e nello scandalo Blackwater

Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato martedì quindici misure di amnistia o misericordia che potrebbero beneficiare due persone coinvolte nelle indagini sul coinvolgimento della Russia nelle elezioni del 2016 e quelle coinvolte nella corruzione aziendale. Compagnia di sicurezza privata Blackwater in Iraq.

La mossa dovrebbe provocare ulteriori polemiche poiché il presidente rifiuta di riconoscere la sua sconfitta presidenziale il 3 novembre a Joe Biden, ma dovrebbe lasciare la Casa Bianca il 20 gennaio.

La Casa Bianca ha annunciato martedì sera che il presidente uscente aveva concesso la grazia totale a quindici persone e ha modificato parzialmente o completamente le condanne di altre cinque.

A George Babatopoulos, ex consigliere diplomatico di Donald Trump, sono state concesse scuse totali durante la campagna del 2016 per aver ammesso di aver mentito all’FBI sui contatti con un intermediario che aveva promesso di mantenere i contatti con i funzionari russi. .

Ha collaborato con gli investigatori dell’avvocato speciale Robert Mueller, che ha condotto un’indagine di due anni sul compromesso tra la Russia e il team Trump. Non è stato possibile concludere l’indagine sull’esistenza di un accordo tra Mosca e il milionario repubblicano.

Critici democratici

Anche Donald Trump è stato graziato martedì dopo che l’avvocato olandese Alex van der Swan è stato implicato in un processo russo.

Martedì il presidente degli Stati Uniti ha graziato quattro ex dipendenti della Blackwater, una società di sicurezza privata coinvolta nelle uccisioni di iracheni del 2007.

READ  La politica estera di Joe Biden? Lo stile cambierà, ma il materiale sarà un po '

Sono stati condannati per coinvolgimento nella sparatoria del 16 settembre 2007 a Baghdad, un episodio sanguinoso che ha scatenato uno scandalo internazionale, in particolare l’uso di società private da parte delle forze armate statunitensi. Quattordici civili iracheni sono stati uccisi e 17 feriti.

I democratici hanno fortemente criticato l’amnistia. “Trump mette la lealtà al di sopra di ogni altra cosa: al di sopra dello Stato di diritto, al di sopra della nostra democrazia e, naturalmente, al di sopra della giustizia”, ​​ha affermato Adam Schiff, presidente dell’inchiesta della Camera dei rappresentanti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration