Dei 20 migranti annegati in Tunisia, 4 erano donne incinte

Dei 20 migranti annegati in Tunisia, 4 erano donne incinte

Giovedì 24 dicembre 2021, la Guardia Costiera tunisina si trova vicino ai cadaveri dei migranti nel porto di Sfox nella Tunisia centrale.  Circa 20 migranti africani sono stati uccisi giovedì quando un'imbarcazione dirottata è affondata nel Mar Mediterraneo.  Hanno detto funzionari europei e tunisini.  Barche della guardia costiera e pescatori locali hanno trovato e recuperato corpi nell'acqua della città costiera di Spox, nel centro della Tunisia.  (AP Photo / Houssem Zouari)
Giovedì 24 dicembre 2021, la Guardia Costiera tunisina si trova vicino ai cadaveri dei migranti nel porto di Sfox nella Tunisia centrale. Circa 20 migranti africani sono stati uccisi giovedì quando un’imbarcazione dirottata è affondata nel Mar Mediterraneo. Hanno detto funzionari europei e tunisini. Barche della guardia costiera e pescatori locali hanno trovato e recuperato corpi nell’acqua della città costiera di Spox, nel centro della Tunisia. (AP Photo / Houssem Zouari)

TUNISIA, Tunisia (AP) – Quattro donne incinte erano tra i 20 migranti i cui corpi sono stati trovati dopo che un’imbarcazione dirottata è affondata al largo della costa tunisina, hanno detto venerdì funzionari tunisini.

Dei 20 migranti annegati giovedì, 19 erano donne, ha detto Morat Torki, portavoce del tribunale della regione di Spocks nella Tunisia centrale.

Ufficiali della Guardia Costiera e pescatori locali hanno recuperato i corpi e li hanno portati a riva, collocati in sacchi di cadaveri bianchi e condotto autopsie in un vicino ospedale.

Quattro migranti sono stati salvati, ha detto Dorky: uno era sotto controllo medico venerdì e l’altro è scappato dall’ospedale.

La barca, con un carico pesante e in cattive condizioni, trasportava 37 persone: tre tunisini e un compagno dell’Africa sub-sahariana, ha detto Torki. I sommozzatori della Guardia Costiera e della Marina stavano cercando le 13 persone scomparse, ma venerdì non sono stati trovati nuovi corpi o sopravvissuti.

Le autorità tunisine affermano di aver recentemente fermato diverse imbarcazioni per il traffico di migranti, ma il numero di tentativi è in aumento, soprattutto tra la regione di Spocks e l’isola italiana di Lampedusa.

Il contrabbando di immigrati trasporta spesso persone provenienti da tutta l’Africa al largo delle coste della Tunisia e della vicina Libia, con un numero crescente di tunisini che lasciano il loro paese con difficoltà economiche a lungo termine.

READ  Corona virus, l'Italia cambia ancora colore

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration