Case e affittacamere valdesi “rispondono” al Govt.

Case e affittacamere valdesi “rispondono” al Govt.

Torre Bellis Guest House (Torino)

Roma (NEV), 3 dicembre 2021 – Case e affittacamere valdesi non chiudono per Govt, ma “ripartono”. Le strutture sono infatti cambiate, in molti casi, nelle ultime settimane, proprio in linea con la nuova situazione legata alle emergenze sanitarie, ai divieti di viaggio, ma anche in risposta al declino del settore turistico. Contribuendo attivamente ad aiutare le persone più vulnerabili. Lo hanno scritto e spiegato Elisa Ambrosoni e Daniel del Briar In un post sul sito e sui social network di pochi giorni fa Affittacamere e Case Valdesi.


Le case valdesi, come abbiamo detto qui sulla NEV, hanno riaperto a giugno. Dopo l’estate, a causa di vari DPCM, la seconda ondata, che ha chiuso e suddiviso l’Italia in zone, è stata una nuova tappa per l’industria del turismo.

Daniel del Pryor, direttore dell’accoglienza della Dionisia valdese, non ha negato il momento di straordinaria difficoltà: “Il personale e le pensioni degli ostelli sono in sciopero, si aspetta Waldensian Deacon. Il saldo di quest’anno è ampiamente negativo. Notiamo che i ricavi della guest house supportano il processo di solidarietà di Diegonia “.

Ma durante la crisi, la “recessione”.

“Così come la prima chiusa che abbiamo notato. Voler sentire le esigenze dei territori e delle persone fa parte della nostra missione”. Da qui la decisione di ridisegnare l’offerta.

“Il Valentine’s Guest House di Torre Bellis, In concomitanza con l’ASL Torino 3, sarà adibito a struttura sanitaria per fornire individui positivi, asintomatici e autonomi. Laggiù Guest House Valdese a Firenze A disposizioneGold Company Le minoranze e le minoranze con esiti positivi in ​​Kovit-19, o coloro che presentano sintomi, possono usufruire di un ampio spazio dedicato ”, spiega in dettaglio il sito web di Waldensian Homes.

READ  Real Sociedad-Napoli 0-0 Live: ad un passo dal vantaggio di Mario Rui. Entra in Insine Co., Lozano | Prima pagina

Secondo Casca Cars, in Toscana, “Sono in corso trattative con la Croce Rossa italiana per agevolare l’immigrazione nel nostro Paese, soggetto a un periodo di isolamento prima di essere rilevato dal governo italiano”. Laggiù Casa Valtexiana di Valecrosia “Ha riservato uno spazio per i trasporti in Francia e parte di un grande parco privato: si tratta principalmente di famiglie, nel qual caso le persone hanno bisogno di molto riposo. Questa iniziativa nasce dalla collaborazione tra le case valdesi.Area immigrati Con il patrocinio e il patrocinio delle Chiese Valdesi di Polonia Liguri, della Diocesi Valdese.

Anche a Firenze, si aspetta Del Prior, “stiamo valutando di destinare la nostra struttura ad un luogo dove i minori possano trascorrere un periodo isolato nelle difficili condizioni di permanenza nelle comunità protette della città”.

Tutti questi sono sotto il bisogno di comunità e comunità.

“Il desiderio – conclude la nota – dovrebbe tornare alla normalità, non solo per tutti, non solo per le persone di cui si parla sempre nei media. Ad esempio, penso ai giovani, hanno bisogno di stare insieme, di essere vicini. Il messaggio che vogliamo dare è di speranza: la distanza fisica non esclude l’intimità sociale”.

Per chi desidera informazioni sulle singole strutture e sulla loro disponibilità, è buona norma contattare direttamente la casa o l’affittacamere tramite i recapiti. Disponibile su casevaldesi.it e sui Social.

Le due schede seguenti modificano il contenuto di seguito.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PrettyGeneration